Italiano

Riserva naturale di biocombustibili

A pochi chilometri dal confine con la Mauritania, dove la natura sembrerebbe offrire solo sabbia e poca erba secca, centinaia di migliaia di girasoli e lunghi canali artificiali riempiti d'acqua appaiono davanti a noi.

«Land grab» in salsa italiana

C'è un dato che emerge chiaro e lampante scorrendo il nuovo rapporto dell'associazione Re:Common intitolato «Gli Arraffa Terre»: l'Italia è seconda solo al Regno Unito tra gli Stati europei più attivi nella discutibile pratica del land grab.

Land-grabbing: il lato più insostenibile della falsa green-economy

A Riocentro, dove in questi giorni si tengono i negoziati della Conferenza delle Nazioni Unite sullo sviluppo sostenibile, la Banca Mondiale si sforza di mostrare che gli investimenti agricoli su larga scala, specialmente in Africa, rappresentano una straordinaria opportunità di crescita "verde" per i Paesi più poveri.

Land grabbing in Guatemala: Viaggio tra i piccoli coltivatori di caffè.

Nella terra dove si coltiva il migliore caffè del mondo, il sempre più diffuso fenomeno dell'accaparramento delle terre da parte di investitori internazionali che, con l'appoggio dei governi locali, acquistano terre utili per produrre cibo destinandolo poi alla produzione di biocarburant, ignorando cinicamente l'impatto sociale, economico e ambientale che ne consegue, e violando i diritti dei piccoli proprietari terrieri